Movimento ETA 2824-2, il più amato Swiss Made di sempre

0
4613

Dopo aver trattato gli argomenti sugli orologi a carica automatica, Blog dei Preziosi approfondisce la conoscenza sul movimento ETA 2824-2, calibro noto a tutti gli amanti dell’orologeria. Come nasce dunque l’ETA 2824-2? Come viene impiegato e cosa lo contraddistingue? Scopriamolo insieme.

Movimento ETA nell’orologeria

Il movimento ETA nasce precisamente nel 1792, quando la Fabbrica di orologeria di Fontenemelon ne affidò l’ideazione e la costruzione a Isaac e David Benguerel e ai loro partner Francois e Juline Humbert Droz.

I primi orologio da polso ad adottare il movimento ETA 2824-2 furono i modelli sviluppati da Eterna ma ciò avvenne quasi mezzo secolo dopo, precisamente nel 1856. Bisogna riconoscere al movimento ETA 2824-2 un eccezionale successo principalmente per il suo consolidamento nell’orologeria svizzera. Il carattere vincente del movimento ETA 2824-2 si è perpetrato e ribadito negli anni grazie al progredire della tecnologia in campo orologiero, ma grazie anche alla collaborazione con vecchi produttori di movimenti svizzeri come Peseaux, Lemania e Valjoux.

Una evoluzione nel tempo

Il movimento ETA, per un certo periodo sviluppato e utilizzato sugli orologi del marchio Eterna, fu poi rinnovato dall’azienda con un movimento specifico creato interamente secondo le proprie specifiche e chiamato ETAAS. Questo movimento prevedeva la fusione tra il movimento FHF di Eterna e il movimento ETA.

Fu negli anni ’70 che il movimento ETA prese piede nell’orologeria moderna, specialmente a causa di un calo dei profitti. Le difficoltà economiche colpirono specialmente maison storiche e di altissimo livello come Omega ma anche maison che producevano segnatempo meno rifiniti come Tissot.

Queste due maison che facevano parte della SSIH (Société Suisse pour l’Industrie Horlogère), essendo state per un periodo quasi sull’orlo della bancarotta decisero di creare un nuovo marchio di orologi che montasse un movimento automatico ETA ma a basso costo: nacque così la Swatch.

Fu Ernst Thomke, capo dello sviluppo Swatch, che avendo lavorato già con movimenti ETA fece del movimento ETA 2824-2 il fiore all’occhiello della produzione.

I movimenti ETA sono ad oggi utilizzati da tantissime maison, e proprio il movimento ETA 2824-2 è forse tra i più usati ed apprezzati sui segnatempo di molti brand più o meno prestigiosi. Tuttavia, ad oggi, la ETA è il più grande fabbricante di movimenti al mondo, fornendo i componenti per migliaia di orologi ogni anno. 

Caratteristiche del movimento ETA 2824-2

Entrando nello specifico del movimento:

  • Misura 11½”’, Altezza 4,6 mm, Diamtro Ø 25,60 mm;
  • Ore, minuti, secondi;
  • Meccanismo a carica automatica con cuscinetto a sfere;
  • Data, Correttore;
  • Stop al secondo stacco;
  • sistema di regolazione Etachron e regolatore correttore;
  • 28.800 vibrazioni all’ora; 4 Hz;
  • 25 Rubini.

Una diffusione su larga scala

Come anticipato, il calibro ETA 2824-2 è stato ed è tutt’ora utilizzato da tantissime Maison, anche prestigiose come Tudor e Longines, Omega, Breitling, Tag Heuer, IWC, ma anche da maison che producono modelli inseriti in una fascia di prezzo più bassa come Porsche Design, HamiltonOris, Tissot.

E’ lecito a questo punto chiedersi il perchè si scelga un orologio di una nota maison, con un prezzo maggiore e che abbia lo stesso movimento di un orologio prodotto da una maison con prezzo minore. Ed è proprio qui che deve nascere, per l’utente finale, la consapevolezza che molte maison adottano il calibro ETA poichè risulta essere un calibro di ottimo livello e molto affidabile in quanto il movimento stesso viene modificato (dalla maison stessa) per essere ancor più prezioso, rifinito e garantire prestazione eccellenti.

Alcune maison come Longines, Tudor ed Omega hanno ed utilizzano movimenti ETA, nello specifico anche il 2824-2, modificandone alcune parti come ruote, perni, massa oscillante, bilanciere, spirale e impreziosendo anche la componente a vista con la decorazione di ponti e platine a Côtes de GenèvePerlage. Diciamo che il calibro ETA 2824-2 viene a volte utilizzato come base di sviluppo da alcune maison per costruire poi un movimento altamente rifinito ed impreziosito di tutt’altro valore, non puramente commerciale.

Conclusione

Possiamo infine asserire che i calibri ETA, ed in questo caso specifico il calibro ETA 2824-2, siano dei calibri dalle ottime caratteristiche qualitative anche in termini puramente prestazionali risultando da sempre agli appassionati di orologeria tra i movimenti più affidabili, longevi ed accurati.

CONDIVIDI

LASCIA UNA RISPOSTA: