3 Dicembre 2016 Arte orafa & Musica contemporanea by Comotto Gioielli

0
2925

arte-orafa-artigianato-blog-dei-preziosi

Oggi, ora, interpretare l’adesso, e farlo rendendovi partecipi di ciò che significa  essere artigiani oggi e cogliere questo tempo, il “2.0”. Con questo slogan Comotto Gioielli invita i genovesi al suo evento organizzato in data 3 dicembre a Genova dalle ore 19:00 presso il prestigioso Palazzo Imperiale, Piazza Campetto 8A.

lo sentiamo spesso associato in forma aggettivale a tutto ciò che vuole definirsi “nella sua più recente e aggiornata versione”, anche se in realtà nasce riferendosi strettamente al mondo del WEB come di qualsiasi prodotto che sia all’altezza della modernità tecnologica, nei fatti per noi ormai definisce una nuova era, non solo legata al WEB.

Ma ci sono cose che il web non può governare, ed è la risposta dell’uomo, le dinamiche nuove che entrano a far parte della nostra vita, e quasi per difenderci, spesso travisando le reali possibilità. Più il mondo viaggia veloce più abbiamo bisogno di rallentare, perché l’uomo non viaggia veloce come un file e mai potrà farlo: per sostenere la rete virtuale c’è ancor più bisogno di rete di relazioni forti, altrimenti ti illumini e poi ti bruci, in un istante. 

L’artigianato orafo oggi

L’artigiano si trova oggi nell’interazione tra sito e utente: la maggiore partecipazione dei fruitori li trasforma spesso anche negli autori più efficienti che hanno voglia di condividere delle informazioni e delle scelte quasi sempre senza averne la conoscenza o la capacità. L’artigiano può darti la possibilità di realizzare veramente ciò sei stimolato a concepire; l’arte in più ha sempre anticipato, chiarito se non spiegato le nostre stesse idee. Ha questa forza.

In questo clima di cambiamento Comotto Gioielli ha imparato dal web e presentato a noi oggi, cosa significa connessione e rete di relazioni in questa fase per un artigiano: dietro la rete internet sopravvive la rete delle collaborazioni delle conoscenze reali della gente che lavora.

invito-evento-comotto-gioielli

Arte orafa & Musica contemporanea

Il percorso di questa serata sarà accompagnato dalle musiche che meglio esprimono questo clima, questo nuovo ritmo, questo nostro tempo “2.0”: appositamente scritte per questo evento, il Maestro Massimo Pastorelli presenta due composizioni di musica contemporanea, saranno suonate rigorosamente dal vivo da Fabio De Rosa (flauto) e Simona Merlano (viola).

E’ il più coraggioso dei generi musicali: accetta quei suoni che le altre musiche rifiutano, con cui dà vita a pensieri musicali che le altre musiche non vogliono pensare, scandendoli a ritmi che le altre musiche giudicano ineseguibili.

La musica contemporanea ci mette faccia a faccia con il nostro mondo sonoro più profondo e nascosto, quello che abbiamo dentro ma non vogliamo ascoltare, così come le sgocciolature di Pollock o i tagli di Fontana ci mettono davanti agli occhi, da svegli, immagini che la maggior parte di noi possono concepire solo in sogno.

La musica contemporanea non è né bella né brutta; questa è un’opposizione che non le interessa più: è vera, e tanto le basta. Quando comporre musica diventa un gioco duro, i compositori duri cominciano a giocare. E scrivono musica contemporanea”.

comotto-gioielliArte orafa? La risposta di Comotto Gioielli

Comotto Gioielli, nella persona di Elisabetta Comotto, propone la risposta ai media del precedente secolo, radio e televisione, strumenti monocratici, completamente passivi. La nuova società, è connessa, veloce, semplice, partecipe ed estremamente poco riflessiva.

Stanca di essere solo diligente spettatrice. Si tratta di un enorme cambiamento, non di un “passo in avanti” ma di un “grande passo” in una diversa e alternativa direzione, cosi è il cliente tipo di Elisabetta. La rete è cassa di risonanza di tutto ciò che in modo intangibile ci rappresenta: il nostro pensiero, la nostra attenzione, le nostre forme di espressione, la nostra coralità.

Una fuga dalla realtà verso un mondo di facili pensieri, incorporeo, talvolta anche dozzinale, ma sempre in grado di fornire nuove possibilità di socializzazione, di relazione, di partecipazione sociale, tradotto nella maggior parte dei casi in disagio, solitudine, nuove banalità.

Essere 2.0 significa vivere nel terzo millennio, significa non avere pazienza, significa vivere utilizzando quotidianamente internet, molte volte al giorno, significa clickare, postare, twittare, visualizzare, feedare, taggare, navigare, selezionare, cercare, commentare. Ecco la risposta di Comotto Gioielli!

CONDIVIDI