Classico e Vintage: vera eleganza o solo moda?

0
1931

classico-e-vintage-eleganza-moda

“Non dobbiamo mai confondere l’eleganza con l’essere snob” Yves Saint Laurent

Classico e Vintage: vera eleganza o solo moda per i consumatori? Uno dei problemi che investe la società moderna in fatto di moda e stile è l’abuso dell’eleganza e del classico. Le persone erroneamente ritengono che un oggetto ritenuto comunemente “classico” sia un must have adeguato ad ogni situazione, personalità ed a ogni tipologia di outfit. Peccato che non ci sia cosa più sbagliata del ritenere qualcosa di tradizionale come qualcosa di “semplice”, non c’è mondo più contorto e enigmatico del classico: il Vintage è una vera giungla! Il primo terrificante luogo comune è che tutto quello che sia fuori moda, vecchio, o che abbia superato i 30 anni dalla sua creazione artigianale o industriale che sia, debba ritenersi Classico e Vintage. Vintage è una scelta di valore, non una tendenza. E’ un ritorno ad indossare oggetti che hanno fatto la storia e che sono alle origini di tutta la moda e il pensiero moderni. E’ una linea, un colore, un atteggiamento che ha costruito la cultura, ha forgiato l’esperienza umana, ha dato una direzione alla società. E per questo il Vintage non è per tutti, e deve partire da una scelta consapevole, altrimenti, diventa kitsch, e volgare.

Gioielli: l’eleganza del classico.

anello-oro-giallo-perla-centrale-e-smalti-azzurri-classico-vintage-cicalaPerle. Camei. Gioielli con pietre colorate. Fiori tra i capelli anni ’80. Orecchini anni ’70. Abiti Mondrian. Ogni anno torna in voga un oggetto, brand, must have del passato e invade le passerelle e i nostri armadi e tutti cominciamo ad impazzire dietro a questi revival che risultano spesso modaioli e inadeguati. Nel settore della gioielleria spesso si collega a classicità e l’eleganza ad un sinonimo erroneo quale il fuori moda, il sorpassato, caratteristica solitamente attribuita a quelle signore di una certa età che indossano l’intero porta gioie rivendicando il loro ruolo aristocratico e il loro fascino di Madame Bijoux che hanno perso ormai da anni sostituito dall’odore di naftalina. Il Classico è l’eleganza del dettaglio che ricorda la femminilità di tempi passati, attributo che le donne nella società moderna hanno completamente perso. Il Classico è seduzione, un orecchino di perle che spunta sotto una ciocca di capelli raccolti, un anello solitario su una mano curata e rosea che gesticola conorologio-longines-vintage-oro-18kt-giallo-tasca-cipolla-secondi-numeri-arabi1905-carica-manuale-32714-classico-vintage-cicala delicatezza, non è imitazione, non è ostentazione di ricchezza, è un’abilità di essere, è la sensibilità di vedere oltre l’apparenza. E’ riportare alla mente di chi ci osserva attraverso un dettaglio una storia passata, un profumo sentito anni e anni prima, un ricordo. Il Vintage è evocazione, è il racconto di vite, di persone, di dialoghi, di scelte, di cultura, di arte. Per questo va usato con prudenza, poiché è un’arma molto potente. Non rinunciate mai alla vostra individualità per imitare le icone che hanno fatto la storia dell’eleganza, perché è qualcosa di troppo intimo per essere replicato. Il rischio è che perda la sua magia. Attenzione all’utilizzo dei gioielli stile liberty o orientaleggianti, sono sempre oggetti di una certa importanza visiva che si sposano perfettamente con abiti tinta unita colorati che svecchino l’oggetto e non con look particolarmente seri e pretenziosi che rischiano di soffocare il gioiello.

“L’eleganza è l’equilibrio tra proporzioni, emozione e sorpresa” Valentino

Come gestire un gioiello Vintage?

girocollo-perle-bianche-naturali-online-classico-vintage-cicalaRitrovarsi di fronte al cofanetto di gioielli di famiglia è sempre una grande emozione: solitamente per il fatto di essere oggetti antichi, che hanno una storia, che nascondono passioni, segreti, hanno una fortissima attrattiva, ma la cosa davvero difficoltosa è capire come gestirli ed indossarli senza sembrare un personaggio di un film ridicolizzato. Una delle regole principali in assenza di conoscenze specifiche sull’abbinamento dei gioielli vintage ai diversi outfit è la semplicità e la sobrietà: utilizzate e prendete in prestito un gioiello alla volta! La mossa vincente è abbinarli ad un look semplice e discreto se si indossano gioielli sprovvisti di perle, che più pretenziose esigono un abbigliamento più ricercato, anche se le vediamo spesso abbinate alle scarpe da ginnastica e ai jeans a vita bassa con i quali si sposerebbero meglio un paio di orecchini dal design lineare o colorati stile anni ’80. Siate sempre delicati poiché sono oggetti preziosi, affettivamente, e per quanto riguarda la fattura e il materiale, spesso realizzati a mano artigianalmente. Se volete osare nell’indossare un girocollo importante scegliete una pettinatura discreta e poco appariscente in linea con un vestito che metta in risalto il valore e l’esclusività del gioiello, e questa regola vale per qualsiasi oggetto storico che vogliate indossare.

“Quando una donna veste bene deve sapere che l’uomo la considerera’ attraente come se non indossasse niente” Christian Dior

Volete scegliere di indossare un cameo sulla vostra mano? Cicala.it propone la novità di due anelli cui parte del ricavato della vendita sarà devoluto in beneficenza al Gaslini Onlus di Genova per la cura e la prevenzione delle malattie nell’infanzia. Per sottolineare lo stretto legame tra Genova e i suoi cittadini nascono i due anelli Per Genova e per San Giorgio (in genovese Pe Zêna e pe Sàn Zòrzo), gioielli creati per gli amanti della città e per tutti i visitatori che vogliono portare con sè al ritorno dal loro viaggio un oggetto che simboleggi realmente l’esperienza vissuta durante la visita alla “Superba”. L’intento dei due anelli è infatti dare la possibilità di indossare, oltre al ricordo, anche uno dei simboli tradizionali e storici della città, e portare al dito un pezzo della sua anima. Inoltre questi due gioielli, realizzati in argento 925 anallergico con cameo di conchiglia naturale inciso a mano a Torre del Greco, sono utili strumenti per la raccolta fondi a favore del Gaslini Onlus.

 

CONDIVIDI