REGALO PREZIOSO DA UOMO: IDEE PER SAN VALENTINO

    0
    4569

    regali-da-uomo-per-san-valentino-2014-blog-cicala

    REGALO PREZIOSO DA UOMO: IDEE E PROPOSTE PER SAN VALENTINO

    Il regalo prezioso da fare ad un uomo è un grande dilemma irrisolto dei nostri giorni e l’incedere di San Valentino sul calendario di certo non aiuta. La donna ha in media 654673782892837267251 buone idee di regalo per cui essere piacevolmente sorpresa (e a volte schifata) nelle ricorrenze varie. Come disse il fedele compare Antonio in merito alla realizzazione della campagna pubblicitaria di San Valentino per Cicala.it “il guardaroba di una donna è pieno di colori e varietà… Io nel mio armadio avrò almeno 20 camice… Bianche”. Da un lato rincuora (sai che bello non aver ansia da prestazione e desiderio di “qualcosa di nuovo” ma la “divisa” di uscita?) e dall’altra pietrifica (che gli regalo che possa veramente  apprezzare/utilizzare?). Con la signora è semplice, facile e sbrigativo: scarpe e gioielli (recente hit, infatti, il sandalo gioiello… Per chi ha orecchie per intendere e marketing da vendere). L’uomo, “chi era costui”, diceva il saggio: mai lanciarsi spavalde nel magico mondo dei videogiochi, sei sempre un passo troppo indietro rispetto al bimbo che è (rimasto) in lui. Abiti? Banale. Un viaggio? Buona idea ma si annulla l’effetto sorpresa hic et nunc. Trovato: un gioiello, un prezioso al maschile. Senza cadere nelle recenti evoluzioni metrosexual a base di orecchie tempestate di patacconi e catenazzi da east coast, stare sul classico è un evergreen senza tempo e salvatore da imbarazzanti cadute di stile. Il regalo prezioso da uomo deve essere di pregio e di gusto ricercato, sennò la magia non funziona. Ecco un paio di esempi utili e di sicuro successo.

    REGALO PREZIOSO DA UOMO: I GEMELLI

    Care fidanzate, i gemelli non sono soltanto un segno zodiacale, partiamo da qui. A prima vista tutti avranno pensato “che begli orecchini… da polso” invece i gemelli sono il non-plus-ultra del regalo prezioso da uomo. La gioielleria maschile non offre la vasta scelta che si può trovare nel settore femminile ma punta senza dubbio su un’ampia varietà di lavorazione e particolari nel singolo prezioso. Innanzitutto i gemelli, o “bottoni da manica”, nascono nel post-rinascimento come variazione al laccio di chiusura con cui venivano bloccati i polsini delle vesti maschili. Divenuto un must nell’Inghilterra alto borghese del ‘600 grazie alla sua preziosa fattura di norma in oro e pietre preziose, acquista, nel secolo successivo, un utilizzo più generalizzato e possibile grazie all’inserimento tra i materiali della pasta di vetro. Da subito ritenuto marchio identificativo di altissimo stile e prestigio, il gemello ha avuto anche grande ruolo nella promozione di chi lo indossava. Mi spiego meglio: sui gemelli venivano raffigurati stemmi e fregi riconducibili al casato, alla condizione sociale e al lavoro/hobby del proprietario. Una sorta di biglietto da visita preziosissimo. Il loro valore e ruolo nell’abbigliamento e status maschile è stato, così, custodito fino ai nostri giorni.

    A un livello di pura manifattura, i gemelli possono essere di diverso materiale, struttura, doppi, a catena o a barretta a seconda dell’utilizzo e della situazione in cui li si indossa: un esempio non eccessivamente impegnativo ma di grande gusto è l’esempio di Cicala.it con struttura in argento e oro rosa con particolare in madreperla, adatto a situazioni eleganti ma anche informali mantenendo uno stile riconoscibile e curato.

    Più ricercata ed prestigiosa la variazione in oro giallo 750/000 a struttura ottagonale: semplici, eleganti, preziosi, unici. Chiari esempi, dunque, di regali preziosi di alto livello per cui l’artigianato italiano mostra la sua magistrale leadership nel settore della lavorazione e design orafo.

    Da regalare: a chi utilizza di norma la camicia per lavoro o diletto; per chi di norma non utilizza la camicia intanto prima o dopo la situazione per indossarli arriverà e il buon gusto dovrà prendere il sopravvento. Per i palati fini e per i più rustici: non è mai tardi per avere stile.

    Gemelli in argento con madreperla e oro rosa | Gemelli ottagonali in oro

    REGALO PREZIOSO: L’OROLOGIO

    In un range abbastanza vasto di regalo prezioso da fare a un uomo, l’orologio è senza dubbio il più semplice da pensare ma il più difficile da azzeccare. L’orologio è il solitario dell’uomo. Non si può sbagliare. Nel modello, nel materiale, nel brand: il vostro lui guarderà l’ora molte più volte di quante guarderà il vostro sguardo. Sarà sempre con lui, sarà il suo fedele compagno. Non si può sbagliare ristorante, figuriamoci il compagno. Ansia da prestazione? Fate bene. “Il valore del dono sta nell’assenza di garanzie per il donatore” narrava Mauss. Di bene in meglio. Gli orologi, dunque, sono e devono essere regali preziosi; onde evitare l’onta insopportabile del “me lo regalo da solo” o dell’erroraccio catastrofico, si può puntare sempre sul classico-elegante-sportivo che circa copre tutte le categorie di Homo Maschio del XXI secolo.

    Provo a dare una via d’uscita semplice ma di successo: affidarsi a un marchio leader è sempre cosa buona e giusta, a un esemplare “da collezione”, poi, è da successo garantito. Se, infine, il regalo prezioso ha addirittura il nome proprio della città di provenienza del marchio in questione è il sigillo definitivo. Direttamente dalla casa-madre svizzera su Cicala.it, il vostro regalo prezioso di chiama Saint-Imier col quadrante nella versione bianca e la finitura lucida e fa parte dell’esclusiva collezione “The Longines Saint-Imier Collection”: perfetto su ogni polso, di chiaro e deciso impatto, prezioso al punto giusto ed elegante. Anzi, elegantissimo. In poche parole: regalo prezioso trovato.

    Da regalare: si fa prima a dire che qualsiasi uomo starebbe bene con il polso ornato da tale svizzero esemplare; anzi, ogni uomo diventa il suo alter ego migliorato all’ennesima potenza con indosso il Saint-Imier. Non volevamo dirlo ma il testimonial della collezione, il “mentalista” Simon Baker, prima era una brutta e sciatta copia del ragioner Filini. Ancora dubbi?