Taglio Princess: Principesse a San Valentino

0
4379

Princess o non princess, questo è il dilemma

Princess, senza dubbio. Ma procediamo per gradi. Si avvicina San Valentino e gli innamorati fremono. O meglio: le innamorate fremono all’idea che l’innamorato, il prescelto, regali finalmente il tanto agoniato pegno d’amore. La donna, puro istinto e tenacia, identifica (giustamente) nell’anello, nel solitario, il simbolo ultimo, unico e solo (da etimologia) del “vissero felici e contenti”.

Il mito legato all’anello narra del senso di ermetismo e continuità, del circolare come infinito: il simbolo circolare risale alla figura mitologica dell’Uroboro, serpente che morde la propria coda stretto in un eterno ritorno, lo ying dentro allo yang nella totale non contrapposizione dei contrari. Insomma, una banalissima relazione a due. Senza pensare troppo a chi possa mordere la coda dell’altro, l’anello è da sempre un sigillo, rappresentante sommo di autorevolezza, unicità e splendore: uno splendente cartellone pubblicitario sull’amore e sul desiderio e volontà di impegnarsi con quella precisa persona.

In questo esatto momento dell’anno la donna scalpita all’idea di stringere attorno al proprio real dito un solitario: enorme, brillante da accecare, unico. Tutte novelle Liz (Taylor) in attesa del proprio Richard (Burton). Di anelli di pregio è pieno il mondo, preziosi che riescano a soddisfare le voglie e le tasche delle giovani coppie anche: ma attenzione! Già in precedenza su questi “lidi” telematici si è trattata l’annosa questione della guida all’acquisto consapevole di gioielli e preziosi. Infatti, non essendo propriamente acquisti da compiere con leggera inconsapevolezza, l’anello, con particolare riferimento al solitario – paladino di San Valentino, deve avere caratteristiche precise e puntuali quali limpidezza di colore, purezza intesa come assenza di imprecisioni o “inclusioni”, un certo peso, valutato in carati e il taglio, unico per la specifica pietra per proporzione e simmetria.

Particolare attenzione relativa alla scelta del proprio anello, si avrà appunto per l’ultima caratteristica cardine, il taglio: il taglio è l’interfaccia di un prezioso che chiunque può apprezzare, è la presentazione che fa cadere l’attenzione a prima vista sulla mano.

Diamante taglio Princess – il taglio per San Valentino

A cuore, ovale, brillante, a goccia, la pietra può assumere diverse connotazioni a seconda della propria struttura e del significato da attribuire ad essa. Di recente invenzione (si tratta degli anni 60) e di sicuro successo (è stato definito, ultimamente e guarda-a-caso, il “taglio di San Valentino”) è il taglio princess. Quindi, la tua princess deve possedere un princess per San Valentino…il dilemma si scioglie e la questione non si pone. Perché, dunque, optare per il famigerato taglio princess? Il “principessa” dei diamanti è un mix di diversi tagli sovrapposti che garantisce un effetto di totale brillantezza e splendore: inutile dire che è il più richiesto tra le dichiarazioni d’amore san valentinesche.

Uno splendido esempio è riportato su Cicala.it  perchè ogni principessa deve avere il SUO princess: si tratta di un anello che ha mille significati in sé, uno su tutti: SPOSAMI. Raffinato, impegnativo e di grande impatto, rappresenta una struttura di anello solido in oro bianco e sfoggia un’importante pietra centrale da 1,74 ct a taglio princess, appunto, sorretta da due diamanti laterali a triangolo. Un tripudio di luminosità. Non necessita di grandi spiegazioni, basta un distratto colpo d’occhio per coglierne la bellezza. Consiglio pratico: quando indossarlo? SEMPRE E SENZA MODERAZIONE. Outfit di riferimento; QUALUNQUE, lasciatevi vestire dalla sua luce (e fatelo notare, nda). Un uomo che regala cotanto splendore ha diritto a tutte le partite domenicali, a tutti i calcetto con gli amici e agli invadenti tornei di playstation…è scientificamente provato che basta uno sguardo fugace al pegno di eterno amore per rendere la pillola assolutamente facile da mandar giù. Parola di scout. E di principessa.

 

Scopri di più su questo a questo anello – Clicca qui.