Che cosa è la Palladiatura?

0
6261

palladiatura-informazioni

La palladiatura è un complesso procedimento galvanico (sul tipo della doratura) che permette di rivestire di palladio un qualsiasi metallo; questa operazione, se ben eseguita, renderà l’oggetto rivestito inossidabile per sempre. La palladiatura è generalmente eseguita sull’argento per evitare che diventi nero e sull’oro bianco per esaltarne lo splendore.

Il palladio è un metallo raro appartenente alla famiglia del platino, come il platino, quindi, inattaccabile da tutti gli agenti ossidanti. Il bagno di palladiatura produce depositi caratterizzati da una buona durezza (circa 300 HV) e da un’ottima conduttività elettrica. Nel settore decorativo il palladio è stato a lungo utilizzato grazie al suo caratteristico aspetto molto bianco e brillante, simile a quello dell’argento, e alla buona resistenza che il palladio presenta nei confronti sia della corrosione che dell’abrasione. L’utilizzo più comune è quello di effettuare strati “flash” (minori di 0.1 micron) su depositi di argento, nichel e rame per  proteggere gli strati sottostanti e conferire all’oggetto il suo caratteristico aspetto bianco lucente. Quindi la funzione del  processo di palladiatura è quella di ricoprimento di superfici metalliche per deposizione di uno strato sottilissimo di palladio, usata, tra l’altro, per la protezione di contatti elettrici contro la corrosione. Il processo porta determinati vantaggi che andiamo ad analizzare nello specifico.

Vantaggi della palladiatura

Il deposito di palladio è l’unico che, come aspetto, si avvicina a quello del rodio, con il vantaggio di essere molto più economico. Il prezzo è comunque molto elevato (quasi il doppio di quello dell’oro) e che uno strato di palladio non può offrire le caratteristiche di durezza e resistenza all’abrasione rispetto a uno di rodio. La palladiatura conferisce una luminosità impareggiabile, per questo motivo è applicata spessissimo in gioielleria su gioielli in argento (per esaltarne la brillantezza) e su oggetti in oro bianco (per evitare che stando a contatto con altri gioielli in oro giallo possa ingiallirsi).

CONDIVIDI