Pietra Lunare (gemma)

Curiosità e caratteristiche della Pietra Lunare

0
7069

pietra lunareLa pietra lunare, amuleto e talismano per molti segni zodiacali, anche chiamata occhio di pesce o occhio di lupo, è una gemma affascinante per i suoi incredibili bagliori.

Pietra lunare, adularia, selenite, occhio di pesce, occhi di lupo sono tutte denominazioni più o meno calzanti per questo per questo feldspato (solfato di calcio combinato con acqua) incolore o biancastro, traslucido o trasparente, birifrangente biassico, cristallizzato nel sistema monoclino. Esso contiene allumina e viene per questo usato in litoterapia. Magicamente, a causa della sua lucentezza perlacea, viene impiegato come surrogato della perla.

Attualmente la pietra lunare non è che la versione-gemma del gesso, veramente poco pregiata, comune nello Sri Lanka, in Brasile, negli Stati Uniti, in Australia e nelle Alpi (Alto-Adige, Tirolo, Gottardo). Talvolta è imitata con il vetro, da esso riconoscibile, però, perché più morbida. Il fenomeno dell’adularescenza, che la rende interessante con quei bagliori madreperlacei d’effetto lunare, appare soltanto osservando la pietra in una certa direzione, proprietà che deve essere tenuta presente durante il taglio, obbligatoriamente curvo.

Pietra Lunare nel passato

Neppure per la pietra lunare, come per molte altre gemme, si può stabilire un’esatta corrispondenza con le gemme degli antichi: potrebbe trattarsi dell’asteria di Plinio o della solis gemma, dell’astrios o dell’astrobolon. Nel Medioevo, col nome di adularia, si intendeva una pietra verde recante l’immagine della Luna, infatti, Plinio narra che “da essa traluce, in un fulgore di miele, l’immagine della Luna […]. è gemma copertura di un’armatura dorata o argentata, alla quale la Luna comunica le sue virtù, tanto da mostrarsi nel suo corpo, crescente o calante come nel cielo”.

Anche il filosofo Proclo menziona una pietra selenitrope, che si trasforma seguendo le diverse fasi della Luna; in un testo del 1500 si legge, a questo proposito: “al momento della congiunzione della Luna con il sole (novilunio), nella parte più alta della rotondità della pietra, appare un piccolissimo granello scuro, il granello si sposta verso il basso, aumentando il volume, con una forma quasi uguale a quella della Luna. Quando giunge al centro della pietra, è grosso quasi quanto un pisello e perfettamente rotondo; quest’ultima fase si ha in esatta corrispondenza con il periodo del plenilunio”.

Gemma Pietra Lunare

Leggende narrano che…

Si dice che la selenite rechi, come marchio, una macchia bianca che cresce e decresce con la lunazione. Una leggenda indiana, tramanda che la pietra abbia origine magica e sia gettata sulle spiagge del mare, solo quando il sole e la luna sono in aspetto favorevole.

Gli antichi Babilonesi la raccoglievano sulle rive del fiume Aban Rami e la consideravano pietra d’amore e fecondità. Direttamente legata al nostro pallido satellite si aggancia a significati e caratteri acquatici: veggenza, sogno, medianità, memoria; la selenite è la pietra che, posta sotto la lingua, fa predire il futuro, durante la fase calante della Luna, legata appunto ai fenomeni sotterranei, nascosti. Sempre sotto la lingua, ma questa volta in plenilunio, la selenite risveglierebbe le tenere passioni e riconcilierebbe gli amanti divisi, proteggendoli da ogni contesa.

Guarisce i lunatici, favorisce i ladri, salva i naviganti dalle tempeste e assicura un buon cammino ai viandanti. Dona amore, felicità, intelligenza, fortuna e ricchezza, buoni affari e utili avvertimenti; assiste la vegetazione, regolandone i ritmi e, appesa alle piante, favorisce il raccolto; preserva dall’epilessia e dalle turbe mentali e, infine, lavata con acqua, ricorda all’uomo ciò che deve fare, inducendolo a dimenticare tutto il resto. In analogia con le acqua e il segno del Cancro, cura tutte le malattie renali e l’obesità, l’idropisia. Giova ai tisici e ai languenti, specialmente nel periodo di Luna crescente, in cui le forze si rigenerano, si espandono e le piante sono più rigogliose. Scolpendovi l’immagine di una rondine, si vivrà in pace e concordia con tutti.

Amuleti e talismani con pietra lunare

La Pietra Lunare è amuleto e talismano per i nativi del Cancro, domicilio della Luna, del Toro, in cui si trova esaltata e dei Pesci, che essendo segno d’acqua la ospita assai agevolmente. I Cancerini la monteranno in argento e la porteranno al dito, per vivere con purezza e nobiltà la sfera dei sentimenti; i Pesci preferiranno, invece, il platino e lo stagno.

Qualche autore la dedica anche ai Capricorni, segno in cui la Luna, esiliata, si trova estremamente a disagio, forse per supplire alla freddezza e alla scarsa sensibilità che questa posizione le conferisce, e agli Scorpioni della seconda decade, anch’essi ospiti poco adatti alla Luna, ma pur sempre appartenenti allo stesso elemento. È dedicata al mese di Giugno, mese in cui il Sole entra nel segno del Cancro e, secondo altri a quello d’Agosto, il colore argenteo la relaziona anche all’inverno, stagione della brina e del ghiaccio scintillante. In sogno costituisce un cattivo presagio: significa infatti pericolo imminente.

CONDIVIDI